CENA “ TENEREZZE SAPORITE”


Ricette professionali macrobiotiche gratis

MENU':

            Farro cremoso mantecato allo zafferano e carote ;

            Crostata salata alla crema di piselli e acciughe, accompagnata da uova

            di salmone rosse selvagge ;

            Crocchette di gianchetti in tempura  con zenzero fresco ;

            Torta di mandorle e mele soffice.

Per la preparazione del farro cremoso ...

 Ingredienti :

 200 gr di farro in chicchi perlato, 150 gr di carote pulite e triturate, una cipolla triturata, 100 ml di panna di riso, un cucchiaio di miso di riso Genmai, un cucchiaio di olio d'oliva.

 Tostate il farro in una pentola fonda per pochi minuti finché profumi, poi versare dell'acqua bollente nella misura di due volte e mezza la quantità del farro.
Coprite e cuocete a fuoco basso, finché il farro sia ben cotto e gonfiato, tenero.
A parte in una padella saltate il triturato di carote e cipolla in un cucchiaio d'olio d'oliva buono e robusto e in seguito versare acqua bollente e coprire le carote, cuocerle per 20 minuti coperte.
A termine cottura della verdura saporita, aggiungere la panna di riso e mescolare accuratamente facendo leggermente restringere.
Unire lo zafferano naturale ed incorporare al farro cotto, avendo cura di renderlo ben cremoso e colorato girandolo bene.
Unire un cucchiaio di miso di riso Genmai sciogliendolo.
E servire caldo.

Per la crostata salata ...

 Ingredienti :

 200 gr di farina di riso bianca e due cucchiai di farina di frumento semi integrale, mezzo cucchiaino di sale marino, un cucchiaio di cremor tartaro ( lievitante naturale ricavato dalla fermentazione dell'uva ), tre cucchiai di olio di girasole o d'oliva delicato, 300 gr di piselli surgelati freschi, una cipolla bionda dolce, un cucchiaio di shoyu, sesamo nero, acciughe quattro filetti sgocciolati.

 Mettere a cuocere i piselli soffriggendoli con la cipolla tritata fine e l'olio girandoli e insaporendoli per bene.
Coprirli, ma girarli ogni tanto, facendoli cuocere nel loro liquido stesso senza aggiunte d'acqua.
Unire lo shoyu a fine cottura e tenere in caldo.
A parte preparare l'impasto della crostata ; impastare la farina mista prima insieme al cremor tartaro , olio e sale , poi aggiungere progressivamente acqua e formare un ipasto elastico e omogeneo, con cui riempirete uno stampo da crostata foderato di carta da forno e lo bucherellerete coi rebbi di una forchetta.
Una volta pronta la base e disposta, prendre la pentola coi piselli dolci e la cipolla stufati, passarli al mixer unendo i filetti di acciughe  e la crema ottenuta stenderla sulla base della crostata salata livellandola bene.
Sventagliare la superficie di semi di sesamo nero.
Deve risultare bella ricca di purea di piselli.
Infornare a 180° per 25 minuti in forno caldo.
Togliere dal forno a cottura ultimata e quando tiepida, disporre su ogni fetta servita una generosa cucchiaiata di uova di salmone rosse selvagge.

Per le crocchette di gianchetti in tempura ...

 Ingredienti:

Gianchetti 300 gr ( piccoli pesci dello sviluppo appena superiore al girino, bianchi trasparenti) , farina di riso bianca, acqua gelata, un pizzico di sale marino, olio per frittura misto di sesamo e girasole biologico, un foglio di alghe nori disidratate tritato, zenzero poco succo, due cucchiai di shoyu.

Preparare in una terrina i gianchetti così come sono, tutti interi. (ottima soluzione per assumere tutto un alimento piu'primitivo per intero, in macrobiotica)
Mescolarli a due cucchiai di shoyu e un po' di zenzero tritato fresco col succo.
A cucchiaiate formare delle quenelles, passarle nella farina leggera di riso e appoggiarle dolcemente nell'olio bollente avendo cura di non farle sfaldare.
Toglierle dopo trenta secondi avendole girate nell'olio e disporre su carta assorbente.
Unire poco sale marino, misto ad alghe nori sminuzzate.
Servire calde con altro succo di zenzero spremuto di fresco.

Per la torta soffice di mandorle e mele ...

 Ingredienti:

 Mele gialle dolci sbucciate tagliate in piccolissimi pezzi  500 gr macerate nel succo di due arance per un'ora buona , 200 gr di farina di farro bianca, latte di riso un bicchiere al naturale da 200 ml , 200 gr di burro di soia Provamel o di girasole ( tanto quanto la farina, deve risultare poco farinosa e più ricca di mele e umidità) , malto di grano 100 ml, cremor tartaro un cucchiaio raso, farina di mandorle già pronta quattro cucchiai  rasi, mezzo cucchiaino di sale marino.

 Le mele già preparate pulite e tagliuzzate vanno fatte macerare per un'ora buona nel succo di due arance in frigorifero, poi si prepara la farina in una terrina, si impasta con tutti gli ingredienti secchi e col burro di soia une do anche la farina di mandorle bianca e profumata.
Poi si aggiunge il latte di riso tiepido e si impasta e infine le mele pronte insieme a poco succo d'arancia della marinatura.
Si inforna per 45 minuti in forno caldo a 200 gradi

CENA : “IL divertimento dei Piccoli”


MENU' :

         Straccetti di tofu alla crema densa di funghi porcini ;

         Cipolline agrodolci al forno con pure'di azuki e porri dolci;

         Rotolo di riso al sugo di zucca Hokkaido e alghe arame;

        Ciambelline di pere e pinoli all'anice e sesamo bianco tostato.

Buongiorno a tutti amici …

Pensando a queste ricette colorate, dolci e simpatiche,dagli ingredienti facilmente assimilabili  e trasportabili … ho pensato alle giovani mamme che desiderano cucinare in modo sano e appetitoso per i propri bambini.
E ricordate … il gusto dei bambini si modella nel tempo dai primi momenti di vita quindi ...divertitevi a introdurre con fantasia  i vostri figli in questo modo di assaporare e comunicare.
Bene incominciamo …

Per gli straccetti di tofu cremosi ai funghi …

 Ingredienti :

300 gr di tofu al naturale di buona qualita' biologica, 300 gr di funghi porcini freschi o in alternativa  se non disponibili da appena colti 150 gr di secchi, una cipolla grossa e bionda ben dolce, 200 ml di panna di riso o di avena, un cucchiaio di miso di riso Genmai, un cucchiaio di olio d'oliva buono e delicato meglio se ligure.

 Tagliate il tofu a fettine sottili mezzo centimetro e tenete da parte gia' pronte.
In una padella disponete e fate saltare la cipolla tagliata sottilmente, e fatela imbiondire per bene nell'olio  senza che annerisca, unite i funghi porcini lavati e tagliati anch'essi sottilmente e lasciate appassire girando bene di modo che tutto si insaporisca.
Dopo dieci minuti di cottura dopo che avrete cotto con cura i funghi nella loro umidita' , unite la panna di riso o avena mescolando e facendola restringere e addensare sul fuoco insieme a cipolla e funghi.
Aggiungete gli straccetti di tofu e cuoceteli per cinque minuti nel sughetto cremoso.
Togliete dal fuoco e discioglietevi ancora in padella il miso di riso Genmai nella misura di un cucchiaio.
Servite caldo accompagnato da due belle fette di pane di farro cotto a forno a legna.

Per le cipolline agrodolci e il pure' di azuki ai porri …

 Ingredienti :

 200 gr di azuki ( fagioli di soia rossa tradizionali, qualita' biolgica) lasciati ammollare per cinque ore in acqua fredda,salvia in foglie fresche o secche (ottima anche per stimolare gli ormoni estrogeni in maniera delicata ma efficace per il sesso femminile, le bambine alle prese col primo mestruo ne possono trarre giovamento se assunta con regolarita' a integrazione dei pasti)

mezza cipolla bionda, shoyu due cucchiai, olio d'oliva delicato un cucchiaio, succo di un'arancia, aceto di riso un cucchiaio, prezzemolo fresco tritato, poco aglio tritato.
Pulire bene le cipolle mignon e sciaquarle sotto l'acqua fredda.
Disporle in una pirofila ordinatamente e cospargerle con una bagna fatta di succo d'arancia o mandarino, olio d'oliva ligure o delicato,aceto di riso un cucchiaio, shoyu e acqua fino a coprire per meta'le cipolline, sbriciolare sopra la salvia, infornare a 200° per 60 minuti, finche'le cipolline saranno asciutte e morbide, ben cotte e profumate.
Tenerle in caldo in forno.
Cuocere in una pentola gli azuki con due volte e mezza il volume d'acqua dei legumi e mezza cipolla bionda dolce a fettine , tenendo coperto
Una volta cotti e ben amalgamati, toglierli e passarli al mixer finemente, fino a ottenere una crema densa e omogenea che insaporirete con lo shoyu e altro poco olio d'oliva delicato, mescolando.
Unite delle fettine di porri freschi e soprattutto il verde di questi ultimi che e'molto saporito e piacevole e vitale da assumere nel nostro organismo, e in seguito frullatelo di nuovo con il composto di azuki e cipolla.
Preparate il piatto con fantasia, disponete generose cucchiaiate di cipolline agrodoci al'arancia e accanto due buoni cucchiai di crema d'azuki ai porri

Ora ci occupiamo del rotolo di farina di riso al sugo di zucca e arame …

 Ingredienti :

 200 gr di farina di riso bianca, un cucchiaio di cremor tartaro per lievitare un poco, 100 gr di burro di soia Provamel o di girasole, zucca Hokkaido dolce 200 gr , aghe arame nela misura di 60 gr lasciata ammorbidire in acqua tiepida per 10 minuti prima di essere usata, mezzo cucchiaino di sale marino integrale, shoyu q.b.

 In una terrina uniamo la farina di riso, il cremor tartaro e il sale e impastiamoo da asciutto con il burro di soia per bene, in seguito impastiamo con l'acqua fredda e ottrremo un composto omogeneo ben elastico e formato morbidamente.
In una teglia rotonda foderiamo di carta da forno e ungiamo con poco burro di soia il fondo e poi stendiamo con le dita l'impasto del rotolo tipo sfoglia pigiando con le mani.
A parte preparare in una padella facendola cucere la zucca ben pulita ma con la buccia, facendola saltare bene in piccoli pezzi con le alghe arame, tostare per pochi minuti e aggiungere l'acqua, coprire dopo aver aggiunto anche lo shoyu.
Dopo 20 inuti acottura utimata togliere dal fuoco e unire ancora poco shoyu a crudo, poi stendere sulla sfoglia del rotolo e chiudere delicatamente con le dita arrotolando su se stessa.
Spennellare esternamente con poco shoyu per colorire e insaporire e infornare a 180° per 40 minuti circa.
Servire tagliando a fette.

 Le ciambelline semplici di pere e pinoli …

 Ingredienti :

 farina di farro bianca 200 gr, burro di soia 200 gr in pari misura alla farina di farro (devono risultare morbide e ricche nella loro sempicita'),  3 pere morbide sbucciate e a piccoli pezzi carnose e asciutte non succose, pinoli quattro cucchiai rasi, un pizzicotto di sale grezzo, malto di grano  quattro cucchiai pieni, cremor tartaro un cucchiaio, sesamo bianco.

 Impastare in una terrina tutti gli ingredienti secchi con il burro di soia e il malto molto bene e con cura, unire in un secondo momento l'acqua  fredda graduamente impastando , poi aggiungere i pinoli e le pere asciutte a picccolissimi pezzi.
Formare con l'impasto delle ciambelline con le mani e disporre sul piano del forno pre-riscaldato a 180° per 20 minuti circa per ogni infornata, prima di infornare sventagliare coi semi di anice, coi semi di sesamo bianco che si tostera' e un filo di malto in superficie.
Servitele tiepide.
Buon appetito a tutti … e un bacio ai vostri bambini da parte mia
Alla prossima


CENA : "Una Terrazza a Pantelleria"

MENU'

Tortino di miglio e lenticchie  alle alici marinate in salsa di arancia ;

            Seitan alla crema di tonno e cipolle ;

            Gelatina di limone e mandarino profumata alla menta ;

            Carote saporite saltate con alghe arame ;

            Crema di riso nocciolata con granella.

 
Sediamoci in terrazza, una splendida vista sul mare blu e chiudiamo gli occhi ...
godiamo dei sapori di questa cena che ci porta dritti in pieno mediterraneo.

Per il tortino di miglio e lenticchie alle alici marinate ...

 Ingredienti :

 Miglio in chicchi 200 gr , lenticchie secche ammollate in acqua fredda per cinque ore 200 gr , burro di soia tre cucchiai rasi , alici fresche spinate  senza testa e coda , shoyu (o tamari) due cucchiai , prezzemolo, succo di un'arancia matura, un cucchiaio d'olio d'oliva, una testa d'aglio tritata, un pizzico di sale marino.

 Preparate la marinatura delle alici da inserire nel tortino .

Unite il succo dell'arancia matura con i due cucchiai di shoyu o tamari, un cucchiaio d'olio d'oliva delicato, il pizzico di sale marino, e il prezzemolo ben tritato con una punta di aglio.
Mettere in frigorifero e lasciar marinare per un'oretta.
( Piu' si lascia in marinatura meglio risulta alla fine).
Intanto cuocete il miglio prima tostandolo per pochi minuti in pentola senza nulla a fiamma vivace girandolo, lo yanghizzerete e lo renderete piu' saporito di un bel gusto di sesamo tostato.
Unite le lenticchie ammollate.
Versare acqua bollente e aggiungere poco sale, coprite in cottura e lasciate cuocere per 30 minuti buoni, fate assorbire tutta l'acqua (tre volte il volume del miglio e lenticchie).
Cotto, tenetelo in caldo.
Prendete una pirofila, meglio se di vetro o ceramica smaltata naturalmente, ungetela con poco burro di soia sul fondo e i lati.
Iniziate a disporre le alici tolte dalla marinatura a cerchio all'interno del tondo della pirofila finche' l 'avrete coperto del tutto anche ai lati.
A parte, al miglio e lenticchie aggiungete i tre cucchiai di burro di soia e lo shoyu due cucchiai, mescolate e insaporite.
Riempite poi la pirofila foderata di alici con il composto imburrato di miglio e lenticchie saporito e pressandolo bene, ricoprite anche il fondo con le alici marinate, versate il liquido delle alici rimasto e infornate per 40 minuti circa a 180°.
Servite ben caldo a fette concentriche.

 Per il seitan alla crema di tonno ...

 Ingredienti :
Seitan al naturale 300 gr , tonno all'olio d'oliva ben sgocciolato di ottima qualita' (meglio se Alco o Consorcio) , panna di riso 200 ml, shoyu due cucchiai, cipolla bionda dolce.

 Tagliare il seitan orizzontalmente in fette sottili con un lungo coltello non seghettato.
Affondare bene ogni taglio con precisione.
Preparare a parte la panna di riso mescolandola bene con il tnno sgocciolato e schiacciato coi rebbi della forchetta in minuscoli pezzi.
Unitelo alla panna di riso omogeneamente, aggiungendo lo shoyu.
Spalmate, in una terrina di vetro o ceramica (o anche di alluminio, ma in questo caso foderatela prima con la carta da forno) , uno strato di crema di riso e tonno, poi uno strato di seitan a fette sottili, poi di nuovo uno strato di crema, poi di nuovo di seitan, poi di crema fino a esaurimento e copertura finale con l'ultima crema di tonno e le fettine di cipolla dolce cruda. 
Infornate a 180° per 50 minuti.
Servite tiepido.

Per la gelatina di limone e mandarino di accompagnamento ...

 Ingredienti :
succo di  quattro mandarini, succo di un limone, agar agar una barra lunga, un pizzico di sale, olio essenziale di menta biologico.

 Preparate sul fuoco i succhi dei due agrumi e portate leggermente a riscaldamento, scioglietevi la barra di agar agar e girate mescolando per qualche minuto, unite il pizzico di sale e l'olio essenziale di menta in poche gocce, togliendo dal fuoco.
Riponete in frigorifero
Servite dopo almeno due ore di frigorifero, accostandola al secondo di seitan alla crema di tonno e cipolle.

Le carote con le alghe arame ...

 Ingredienti :

 Carote  pulite e tritate 200 gr, alghe arame ammollate in acqua tiepida, shoyu q.b. , olio di sesamo un cucchiaio.

Le carote dopo essere state pelate e tritate devono essere saltate nell'olio di sesamo caldo, unendo le alghe arame ammollate in acqua e scolate bene.
Si unisce lo shoyu e si saltano per pochi minuti finche' restano croccanti, ma dolci.
Togliere dal fuoco e servire accompagnando il secondo e la gelatina di agrumi.

Per la crema di riso nocciolata ...

 Ingredienti :

 Crema di riso integrale quattro cucchiai pieni, malto di grano quattro cucchiai rasi, crema di nocciola al naturale due cucchiai pieni, un pizzico di sale marino, scorza di limone biologico grattata, latte di riso 200 ml, granella di nocciole due cucchiai.

 Sciogliete nel latte di riso caldo sul fuoco la crema secca di riso integrale, quando ben sciolta e addensata sul fuoco, senza grumi, aggiungere la scorza di limone, i due cucchiai di crema di nocciola, il malto.
Portare a bollore, amalgamare e togliere dal fuoco, quando intiepidita distribuire nelle coppette e cospargere di granella di nocciola e un filo di malto di grano in superficie.

Buon appetito a tutti .. e buona serata in terrazza.

Alla prossima.

CENA : "Le porte fiammeggiante"

MENU' :

Gnocchetti verdi di kamut agli spinaci  conditi al salmone, 
uova rosse selvatiche e salvia ;

            Stufato speziato alla mediterranea di lenticchie  e seitan affumicato ;

            Cipolle panate al forno ;

            Pagnotta  dolce all'uvetta, fichi secchi, albicocche e mirin.

 Per gli gnocchetti verdi al salmone uova selvagge e salvia ...

Ingredienti :

 200 gr di farina di kamut bianca, 100 gr di burro di soia, mezzo cucchiaino di sale marino, spinaci cotti a vapore 300 gr , una testa d'aglio schiacciata e tritata impastata negli spinaci cotti, burro di soia mezzo cucchiaio per il condimento del salmone, salvia secca o fresca un po' di foglie da tostare un poco nel burro di soia,salmone affumicato a fette 100 gr, uova di salmone rosse selvatiche due cucchiai pieni, sesamo nero due cucchiai, shoyu due cucchiai.

In una terrina impastate con cura, cercando di toccare meno possibile la pasta, la farina di kamut con il sale, il burro di soia per l'impasto in misura di 100 gr, e gli spinaci cotti al vapore precedentemente e posti a sminuzzare nel passaverdure o nel mixer.
Impastare bene facendo insaporire e colorire con un brillante verde scuro la pasta morbida ed elastica.
Formate delle lunghe bisce di pasta e allungatele con la pressione leggera dei palmi delle mani, come per tirare in lunghezza i rotolini per gli gnocchi tradizionali.
Con un coltello spuntate a pasta ogni centrimetro formando dei pezzettini di pasta e passate ognuno sui rebbi della forchetta delicatamente formando gli gnocchetti rigati.
Disporli su un piatto leggermente cosparso di farina di kamut, di modo che non si attacchino fra di loro,non dovrebbero mai risultare appiccicosi perche' alla cottura devono emergere a galla e per farlo ed essere deliziosi e cotti a puntino devono essere asciutti.
Portare a bollore una grossa pentola d'acqua salata e tuffare a ripetizione gli gnocchi e togliere dalla cottura quelli che emergono, segnale che sono pronti per essere conditi e consumati.

 L'abilita' di realizzare degli gnocchetti deliziosi e consistenti al punto giusto si acquisisce nel tempo e con la pratica si dosa con esattezza, secondo il proprio gusto personale e dei propri comesali.

Nel frattempo si prepara in una padella larga, il burro di soia nella misura di un cucchiaio e si unisce la salvia semplicemente a foglie intere o sbriciolandola se secca e profumata, unire due cucchiai di shoyu e insaporire un poco senza friggere, solo sciogliere e dorare.
Versare nella padella gli gnocchetti cotti e successivamente i tocchetti di salmone affumicato, avendo cura di mantenerli poco cotti quasi crudi in affumicatura.
Servire caldi cosparsi di semi di sesamo nero, distribuendo infine le uova di salone selvatico acanto (abbiate cura di non porle sopra glli gnocchetti saporiti, altrimenti cuoceranno col calore e diventeranno dure, risultando non altrettanto gradevoli al palato).
Questo e' un piatto altamente saporito e delicato al tempo stesso, molto piacevole.

Per lo stufato speziato di lenticchie e seitan affumicato …

 Ingredienti :

 200 gr di lenticchie scure, 200 gr di seitan affumicato, sale marino mezzo cucchiaino, due carote tritate fini, mezza cipolla bionda dolce tagliata fine, tre bacche di ginepro e quattro foglie di alloro in un sacchettino formato di garza che toglieremo a fine cottura.

Le lenticchie vanno lasciate in ammollo per circa cinque ore,meglio se durante la notata per risparmiare tempo utile.
Una volta scolate, adagiarle in pentola, dove gia' abbiamo posto il burro di soia in misura di due cucchiai a sciogliere e imbiondire insieme alla cipolla e alle carote tritate fini.
Insaporire per bene e tostare le lenticchie per qualche minuto.
Versare dell'acqua bollente sopra le lenticchie e verdure in misura di due volte e mezza il volume dei legumi, mettere in pentola anche il sacchettino di garze contenente le spezie e coprite.
Cuocete per circa 30 minuti buoni e assaggiate poi la cottura, se pronte e ristrette in un sughino dolce e aromatico ma ben accorciato e denso, unire il seitan affumicato a pezzettini piccoli, lasciando cuocere per cinque minuti insieme alle lenticchie.
Togliete il sacchettino speziato, che avra' profumato lo stufato
Togliere dal fuoco e servire tiepido, per valorizzare ancor meglio i sapori decisi di questo piatto dalla natura riscaldante.

 Per le cipolle panate al forno …

 Ingredienti :

 Cipolle quattro grosse bionde dolci tagliate a fette sottili mezzo centimentro, pangrattato di kamut, shoyu due cucchiai, olio di sesamo, due cucchiai. Succo di zenzero fresco due cucchiai, prezzemolo tritato fresco con una testa d'aglio tritata.

Passare le cipolle tagliate in n piatto contenente la bagna di ingredienti liquidi indicata e girarle da entrambi i lati per bene.
Passarle poi nel piatto col pangrattato di kamut e disporre ogni fetta con grazia in una pirofila da forno di vetro o ceramica.
Quando tutte le fette saranno disposte con cura,unite altre gocce di shoyu sopra e un filo d'acqua e infornate a 200° per circa 45 minuti.
Servite ben calde, come accompagnamento dello stufato di lenticchie e seitan affumicato precedente.

Per la pagnotta dolce all'uvetta, fichi e albicocche profumata al mirin …

 Ingredienti :

Farina di kamut bianca 200 gr, cremor tartaro un cucchiaio, vanillina un cucchiaino, mirin  mezzo bicchiere ( liquore dolce di riso, ottenuto macrobioticamente) , malto di grano 200 ml, burro di soia biologico due cucchiai, uvette ammollate 200 gr , fichi secchi non sbiancati ammollati 8 pezzi , albicocche prive di anidride solforosa (le riconoscete che non sono trattate dal fato che risultano di un bel colore bruno, sono morbide e profumate, non arancio e sbiadite senza sapore come quelle trattate chimicamente) , mezzo cucchiaino.

In una terrina impastate la farina di kamut con il burro di soia e il malto di grano, unite un poco di acqua e il cremor tartaro per la lievitazione naturale, aggiungete le uvette, i fichi a pezzetti ammollati, le albicocche sempre a pezzetti e ammollate , infine il mirin nella misura di mezzo bicchiere e impastate fino ad ottenere un composto omogeneo, elastico e compatto ma molto morbido e piacevole al tatto.
Avvolgete la pasta della pagnottella dolce ala frutta secca in un panno di cotone o lino naturale e mettetela a riposare in frigorifero per un'oretta.
Preparate il forno caldo a 180°, togliete dal frigorifero la pagnotta cruda e praticate due tagli, uno lungo e orizzontale, l'altro corto e verticale.
La forma e' di un filoncino.
Infornate su carta da forno e cuocete per circa 45 minuti.
Si puo' servire sia calda con del caffe' di cereali o Yannoh (caffe' Ohsawa) aromatizzato all'anice da voi stessi o anche raffreddata come protagonista di una colazione o di un pomeriggio con le amiche davanti a una tazza di buon te' kukicha.

Ecco qui amici cari, godete di questa bella cena alle porte di un inverno carico di luminose, coccolanti  e positive promesse.

L'equilibrio e l'armonia sia con voi.