CENA : “PIACERE MORBIDO DEI SENSI”

Ricette professionali macrobiotiche gratis

Se desiderate coccolare morbidamente il vostro partner e i    vostri...commensali-ospiti... con una cena delicata, saporita e cremosa!!

MENU' :

  • Zuppa di miso ai cipollotti verdi e gamberi con velo di zenzero;

  • Granchio gigante punteggiato di piselli alla crema di zafferano;

  • Zucca al forno con rosmarino,salvia e scaglie di mandorle;

  • Torta di kamut alle carote farcita alla composta di pesche vanigliate con crema d'accompagnamento di mandorle e riso

La portata di granchio...

Ingredienti:

due grossi granchi da 500 gr , 250 gr di piselli freschi o surgelati, mezza cipolla bionda dolce,due carote, un pezzo di zucca Hokkaido ,pizzico di sale marino, shoyu q.b. , olio extra vergine di oliva siciliano o comunque corposo robusto, panna di riso leggera all'olio di girasole 200 gr , zafferano naturale ottenuto con procedimenti naturali, poco olio giovane profumato ai funghi porcini freschi .

Per la zuppa ...

Ingredienti:

Brodo di granchio saporito precedentemente realizzato, gamberi 200 gr completi di teste, soba di saraceno 100% circa 15 gr , cipollotti freschi verdi, zenzero fresco grattugiato al momento, miso di riso meglio del tipo Genmai semi di sesamo tostati precedentemente in padella.

Riprendere il brodo di granchio e verdure ricavato dalla cottura precedente.
Eliminare tenendole in serbo per altri utilizzi le verdure che l'hanno insaporito delicatamente, rimetterlo sul fuoco sbollendo e tuffarvi i gamberi ripuliti unicamente delle zampette, lasciandovi le teste inserite che andranno a insaporire il tutto in modo più deciso e rotondo.
Nella macrobiotica delle origini, si manifesta molto importante utilizzare il potenziale nutritivo degli alimenti nella sua interezza.
Dopo cinque minuti di cottura, aggiungere la soba di saraceno a nido, cuocendola per circa sette minuti.
Togliere dal fuoco e disciogliere per ogni piatto di portata dei commensali un cucchiaio di miso di riso,avendo l'accortezza che non cuocia, altrimenti il potenziale vitale dei fermenti va perduto.
Cospargere di zenzero fresco grattugiato e di semi di sesamo tostati.
Servire per ogni ciotola con diversi gamberi.

La zucca …

Ingredienti:

%00 gr di zucca Hokkaido ben matura completa di buccia, una cipolla bionda dolce, shoyu q.b. ,olio d'oliva, due cucchiai di olive nere tritate, due cucchiai di capperi tritati e sciacquati dal sale.
Per la zucca di contorno e' molto semplice... risulta essere talmente deliziosa e saporita al tempo stesso che in questi casi non richiede grosse lavorazioni...
In altre ricette vedremo come si puo' trasformarla in una regina preziosa e adattabile per realizzare meravigliose coccole per il palato, sia maschie che femminile :) …
Sistemare un foglio di carta da forno sul fondo della pirofila per evitare che il contenuto si attacchi al fondo e le sostanze contenute nel materiale della pirofila possano trasferirsi nel cibo.
Da qui effettueremo dei tagli alla zucca molto soggettivi, che possano risultare piacevoli alla vista e che siano armonici con la cremosità' scivolosa che sarà' conferita dalla cipolla stufata insieme.
Disporre nella teglia con le fettine di cipolla e cospargendo di rosmarino e salvia fresche, o secche sono perfette in egual misura, aggiungendo il trito di capperi e olive nere.
Bagnare il tutto con il condimento fatto con shoyu acidulato di riso e olio d'oliva allungato leggermente.
Infornarla per 40 minuti a 180°.

Per la torta...

Ingredienti: 

200 gr di farina di kamut bianca. 200 gr di carote biologiche grattuggiate cosparse di succo di limone, la scorza grattugiata di un limone biologico, una stecca di vaniglia Bourbon, mezzo cucchiaino di sale marino, 150 gr di burro di soia Provamel o di burro di girasole non idrogenato, in totale circa 400 gr di malto di grano, quattro pesche classiche, quattro cucchiai di uvette, poco succo d'arancia, tre cucchiai di crema di mandorle bianca.

Preparare ½ kg di carote biologiche spazzolate e lavate.
Tritarle finemente a mixer; con cura estrema.
Cospargere con poco succo di limone per evitare che anneriscano, tenerle pronte in frigorifero.
Preparare la composta di pesche biologiche in casa...
Sbucciate quattro pesche del tipo dolce morbido e tagliatele a piccoli pezzi e mettetele a cuocere per 20 minuti a pentola coperta con un pizzico di sale marino e un filo d'acqua e quattro cucchiai di uvette ammollate e fatte rinvenire in succo d'arancia, aggiungendo 5 minuti prima di togliere dal fuoco una stecca di vaniglia Bourbon.

Far intiepidire a parte .

Mettere la farina di kamut per 200 gr in una terrina capiente unirvi mezzo cucchiaino di sale, il cremor tartaro, la scorza di un limone bio grattugiato, poca essenza di fiori d'arancio, 200 gr di malto di grano, 150 gr di burro soia Provamel o di burro di semi di girasole, un cucchiaio di miele grezzo(consente di far alzare bene il grado di lievitazione del dolce farinoso e di conferire morbidezza).
Lavorando bene con le mani e “stropicciando” con le dita l'impasto all'asciutto, senza ancora aver aggiunto il liquido come si fa con il cous cous..questo permette di rendere la pasta molto assorbente e omogenea.
Poi unire lentamente e impastando con le mani il latte di riso a temperatura ambiente e formare una bella pasta elastica.
Disporre formando una cupola il dolce nella teglia leggermente unta con il burro vegetale e infornare a 200° per 50 minuti, finché' cotta e dorata.
Intiepidire col forno aperto, poi togliere la cupola dalla forma di metallo e con un coltello lungo tipo da cocomero, che conferisca un taglio netto e preciso e facendo pressione leggera sul vertice della torta separare a meta'.
Spalmare la confettura precedente e alternare nel mezzo con una crema morbida ottenuta dall'unione di 100 gr di panna di riso o avena con tre cucchiai di crema di mandorle e malto di grano per 100 gr. Poi stendere anche lo strato di carote tritate e mescolate e a dell'altro malto per 100 gr.
Ricoprire il dolce con la calotta e creare sulla superficie dei puntini decorativi con la crema di mandorle addolcita di malto.

CENA : “DUNE MORBIDE”


MENU':


  • Cous cous di kamut saltato con aggiughe in crema verde al tofu e cipollotti freschi;

  • Gamberoni arrostiti in agrodolce su letto di crema di ceci calda ;

  • Tempura di bastoncini di zucca Hokkaido in polvere di curry e paprika;

  • Provocazione in nuvola rosa di fragole e ricciolo di datteri


Per il cous cous …

Ingredienti

200gr di cous cous di kamut bianco, 200 gr di acciughe scolate e asciugate, due cucchiai di shoyu, due cucchiai di olio d'oliva, prezzemolo trito, aglio due teste tritate, sale un pizzicotto, due cipollotti freschi e con un po' di verde, tofu per 100 gr schiacciato allo schiacciapatate, un cucchiaino di burro di soia per mantecare, due cucchiai di semi di sesamo tostati.

In una pentola con due cucchiai di olio d'oliva mescolate e fate tostare il cous cous a secco, finché' profumerà'.

Aggiungere l'acqua bollente da fuoco, e prendere a mescolare per quattro minuti con una forchetta finché' sarà' tutto cotto e sgranato. Tenere in caldo, mantecando con un cucchiaino di burro di soia.
A parte preparare la salsa verde d'acciuga macinandole per bene o pestandole in un mortaio(tipo suribachi )e unirvi i cipollotti precedentemente tagliuzzati più' fine possibile e ridurli in crema con le acciughe,il tofu gia' passato allo schiacciapatate e sbollentato, unendo l'aglio un poco di panna di riso leggera due cucchiai , lo shoyu e il prezzemolo
Spolverare di semi di sesamo bianco tostati in precedenza.

Condire il cous cous caldo con la salsa ricca e servire.

Per i gamberoni su letto di crema calda di ceci …


Ingredienti:


12 gamberoni freschissimi con le teste; 200 gr di ceci secchi ammollati in acqua per 12 ore dalla sera precedente, zenzero grattugiato fresco, shoyu tre cucchiai, olio d'oliva di ottima qualita', il succo di due mandarini maturi, un cucchiaio di mirin(liquore orientale dolce di riso).


Cuocere i ceci nel doppio di volume di acqua finché morbidissimi e che tutto il liquido sia assorbito.

Passarli al mixer aggiungendo un cucchiaio d'acqua se troppo asciutti e due cucchiai di shoyu e uno di olio d'oliva ottimo.

Nel frattempo arrostire i gamberoni completi di teste sulla piastra rovente o sulla pietra ollare(ancora meglio, una cottura molto più' sana e senza aggiunta di oli ulteriori)

Sfumare con la bagna liquorosa fatta con il mirin, lo shoyu, lo zenzero e il succo di mandarino fresco con poco olio d'oliva e dopo pochi minuti togliere dal fuoco.
Scaldare la crema di ceci sul fuoco e addensarla un po'..

Sistemare in ogni piatto il letto di crema calda di ceci spolverizzata con due tre gocce ancora di shoyu, a fiore adagiare quattro gamberoni per persona e servire con prezzemolo fresco.


Per la tempura di zucca alle spezie …


Ingredienti:


Zucca 300 gr, olio per fritture misto girasole e sesamo biologico, shoyu q.b. , curry indiano dolce, paprika rossa, farina di riso tre cucchiai per la pastella leggera, acqua gelida per la pastella al riso.

Incidere la zucca, ripulirla e ricavarne dei bastoncini di pochi millimetri di sottigliezza, regolari.

Preparare la pastellina diluendo bene la farina con l'acqua gelida e un pizzico di sale.

Passare i bastoncini nella pastella e tuffarli nell'olio bollente ben alto e pronto...

Pochi secondi..una ventina circa e la zucca e' pronta per essere tolta dall'olio e asciugata su un foglio assorbente e passata nel misto di spezie dolci e piccanti.

Disporre poche gocce di shoyu e servire.


Per la provocazione di fragole …


Ingredienti:


Sbattere con la frusta elettrica molto bene la pana di soia leggera da montare 200 ml e aggiungervi 100 ml di malto di grano (risulta molto adatto perché' spiccatamente piu' dolce degli altri malti di cereali e privo di inclinazioni di sapore particolari, se ne può' usare di meno) incorporandolo con un movimento da sotto a sopra per non rovinare la montatura della panna vegetale.

Mescolarvi la purea di fragole ottenuta in precedenza cuocendole a pezzetti per 30 minuti e facendole restringere bene con l'aggiunta di un cucchiaio di malto, poi frullata al mixer.

Unirla alla panna dolce e colorarla tutta col suo pigmento naturale(non togliere i semini)

Preparare gli stampini da budino foderati di pellicola trasparente che servirà' per farli staccare meglio in acqua fredda una volta che bisogna rovesciarli sui piatti.

Mettere il composto sul fuoco per pochi minuti e sciogliervi una barra lunga di agar agar( la carraghenina contenuta in questo prodotto delle alghe tradizionale farà' da gelificante molto efficiente), far intiepidire e poi versare negli stampini foderati e mettere in frigorifero per almeno due ore.

Intanto preparare la pasta di datteri unendo quattro cucchiai di malto nocciola alla purea ricavata macinando 150 gr di datteri al naturale con buccia.

Mescolare bene la crema noccio-lata.

Adagiare i budini sui piatti e sistemare la crema datteri noccio-lata con un sacchetto a pressione tipo pasticciere, formando tanti riccioli come guarnizione.. delizioso …


Alla prossima amici miei ...

CENA : "DUE DOLCI AMANTI"

MENU' :

 - Tortelloni caserecci di kamut ripieni di salmone affumicato e

piselli, conditi con zucca saltata al prezzemolo;

- Straccetti di salmone alla griglia con crudita'  di giovani funghi

porcini freschi a scaglie ;

- Purè di zucca all'aglio orsino selvatico,

- Crostata di zucca e confettura di castagne all'agave

 Per i tortelloni al salmone e  zucca ...

 Ingredienti:

 200 gr di salmone norvegese affumicato meglio se con legno di faggio,

piselli surgelati 200 gr, shoyu q.b. , un cucchiaio d'olio d'oliva,

farina di kamut bianca 200 gr , 300 gr di zucca Hokkaido dolce, mezza

cipolla bionda dolce, due cucchiai di olio di girasole per la sfoglia

dei tortelli, un pizzicotto di sale marino.

 Preparare il ripieno:

tostare bene in padella i piselli con l'olio d'oliva e la cipolla
tagliata fine , aggiungere lo shoyu e subito dopo un po'd'acqua
bollente e coprire lasciando cuocere per 20 minuti girando di tanto in
tanto e aggiungendo acqua bollente.
Alla fine unire al sughino di piselli e cipolla  a pezzetti morbidi ,
il salmone a pezzettini e togliere subito dal fuoco.
Tenere in caldo.

In una terrina di ceramica o legno disporre la farina di kamut, l'olio
di girasole e un pizzico di sale marino e con dell'acqua fredda
iniziare ad impastare per la sfoglia dei tortelloni.
Unire una bustina di zafferano naturale non trattato per dar colorito
e aroma particolare alla pasta sfoglia.
Stendere la sfoglia sottilissima su una spianatoia ben rivestita di
farina perché non si appiccichi e infarinare anche il mattarello per
stendere.
Creare dei tondi grandi con un bordo di un bicchiere e disporre il
ripieno di piselli e salmone precedente.
Chiuderli e seghettarli con un formino per biscotti, preparare l'acqua
bollente tuffarli pochi alla volta muovendoli, dopo circa 8 minuti di
cottura toglierli e tenerli in caldo.
In padella far sciogliere cuocendola per bene, appoggiando i piccoli
pezzetti in poca acqua e olio d'oliva di ottima qualità la zucca e
shoyu q.b.
Per 20 minuti cuocere morbidamente a fuoco dolce.
Mescolare e sfarinare amalgamandola la zucca morbida e dolce.
Condire i tortelloni profumati con la polpa di zucca e shoyu e servire
spolverizzata con pochi semi di sesamo bianco tostati.

 Per gli straccetti di salmone e porcini ...

 Ingredienti:

 Salmone fresco 300 gr, 200 gr di porcini freschi, shoyu q.b. , olio

d'oliva delicato meglio se ligure o dell'alta Toscana, succo di mezzo

limone, un cucchiaio di olio d'oliva ottenuto dalla macerazione di

funghi porcini secchi.

 Preparare il salmone sfilettandolo orizzontalmente con un coltello da
pesce affilato  di modo che non si sfaldi.
Disporre sulla piastra o sulla pietra ollare rovente e girandolo ogni
pochi secondi, cospargerlo di questa bagna di olio, shoyu e limone.
Quando cotto, ma ancora sodo e intero, toglierlo e disporlo nei piatti,
versargli il sughino rimasto e sfaldargli sopra con un raschietto
orizzontale le scaglie di porcini crudi e giovani, belli candidi che
si prestano molto alla degustazione da crudo.
Inumidire profumando con il cucchiaio d'olio d'oliva ricavato dalla
macerazione dei porcini secchi (consigliata in precedenza).

 Per il purè di zucca ...

 Questo dolcissimo purè ricava giovamento da una bella nota salata
egalata dal tamari ... e dal brio dello zenzero fresco ...

 Ingredienti:

 zucca 300 gr , shoyu q.b. , cipolla bionda una intera, olio d'oliva

due cucchiai , zenzero.

 Si cuoce la zucca a pezzettini con la cipolla tostandola nell'olio e
aggiungendo acqua bollente.
In seguito di preleva dal fuoco si passa al mixer aggiungendo solo il
tamari  senza aggiunte di liquido.. deve essere molto bene sodo il
purè... se non lo e 'abbastanza , lo si incorpora con un cucchiaio di
farina di riso eliminando bene i grumetti, deve risultare  denso e
omogeneo.
Disporlo nei piatti a cupoletta con una spolverata di zenzero e
prezzemolo freschi e un goccio di olio con il tamari rimasto.

 Per la crostata di zucca ...

 Ingredienti:

100 gr di farina di mais, 100 gr di farina di riso bianca, mezzo

cucchiaino di sale marino, olio di girasole biologico mezzo bicchiere,

malto di grano 200 ml, un cucchiaio di miele grezzo, zucca 200gr per

realizzare la confettura mista, confettura di castagne dolcificata

all'agave nella misura di 150 gr.

 Preparare la farina in una terrina mescolandola bene mais e riso.
questa e' una crostata colorata e ricca molto dolce ma di un dolce
equilibrato che stimoli la milza e il pancreas quindi perfetta per
questo periodo dell'anno... e'un toccasana credetemi.
Unire le farine con il sale, il malto e il cucchiaio di miele
integrale  e lavorarle bene
"stropicciandole "con le dita come se faceste un cous cous.
poi aggiungerete l'acqua questa volta non il latte di riso.
deve risultare biscottata e non morbida Friabile sì.
Comporre l'impasto bello sodo, avvolgetelo in un panno di cotone e
mettetelo in frigo.

 Intanto preparate la farcitura di composte dolci.
Cuocere la zucca al vapore per 30 minuti ben ammorbidita e dolce il
gusto dolce si sviluppa e genera dai cibi vegetali più li cuociamo.
Passarla al mixer poi mescolarla alla composta di castagne dolcificata
all'agave in sciroppo già pronta.
Togliere dal frigo la pasta e stenderla in uno stampo rotondo
pigiandola sul fondo con le dita e anche sui lati dello stampo.
Bucherellare il fondo coi rebbi della forchetta e spalmare le composte unite.
Formare delle stelline con delle formine per biscotti e sistemarle
sulla crostata al centro o di lato sventagliare con scaglie di mandorle
pelate e infornare per 45 minuti a circa 180° .
Quando pronta, aprire il forno e lasciar intiepidire così.

Buon appetito amici alla prossima puntata ...

e che l'armonia tra lo yin e lo yang riempia la vostra vita.

CENA : "COCCOLA DELLA MONTAGNA"

Fatevi coccolare di fronte a un bel fuoco caldo e un buon bicchiere di
vino rosso naturale da questo menù di cibi riscaldanti e coccolanti .
Nutriranno in profondità le esigenze del vostro sangue purificandolo
e rinforzandolo con alimenti ricavati dalle nostre generose montagne
Saranno per molti quasi un ricordo dei cibi caserecci dell'infanzia
...leggermente rivisitati!

 MENU' :

 - Risotto integrale ai funghi porcini e azuki allo zafferano e
mentuccia fresca ;
- Spezzatino gustoso degli scoiattoli di tempeh ai funghi selvatici
misti e nocciole;
- Tronchetti di topinambour del boscaiolo e castagne stufati;
- Mini-budini di castagne vanigliati accompagnato da fragoline succose

 Per il risotto ai funghi e azuki ...

 Ingredienti :

 200 gr di riso integrale tondo, 100 gr di azuki (soia rossa) secchi,

funghi non coltivati misti (porcini, russole, finferli, chiodini,

ovuli buoni), cipolla bionda dolce una, shoyu tre cucchiai, mentuccia

fresca raccolta in giardino o anche menta, olio d'oliva delicato,

mezzo cucchiaino di miso di riso Genmai

Lavate il riso integrale e lasciatelo a bagno tre ore.
Mettete gli azuki a bagno per cinque ore dalla notte precedente.
Preparate un pentolino con l'acqua in ebollizione.
In una pentola fonda mettete l'olio d'oliva nella misura di due
cucchiai, fate soffriggere la cipolla a fettine sottili finché
risulterà imbiondita e profumata, stuzzicante.
Aggiungete i funghi misti e insaporirli tostandoli bene.
Versatevi il riso integrale e continuate a mescolare bene, tostatelo,
giratelo in ogni suo chicco con cura ma non fatelo attaccare.
Aggiungete l'acqua bollente nella misura di tre volte il volume del riso.
Mettete due cucchiai di shoyu e coprite.
Lasciate cuocere per 50 minuti a fuoco dolce e costante.
A fine cottura togliete dal fuoco e tenete in caldo.
Nel frattempo la pentola con gli azuki che precedentemente avete messo
a cuocere con due volte e mezza il volume d'acqua sarà pronta e voi
potrete unire mescolando bene il riso e funghi con cipolla alla
dolcezza corposa degli azuki ...
Tolto dal fuoco e già composto mescolato, unirete del miso di riso
Genmai, un cucchiaino per ogni persona e ancora poche gocce di shoyu

Gustatelo a occhi chiusi ... ma poi apriteli perché vale la pena
anche di vederlo questo piatto !!

Per lo spezzatino di tempeh alle nocciole e funghi ...

 Ingredienti :

 300 gr di tempeh, 100 gr di nocciole tritate grossolanamente, funghi

misti selvatici 250 gr, uno spicchio di aglio schiacciato, shoyu, olio

d'oliva.

 Tagliate a piccoli pezzi il tempeh, con l'olio riscaldato. le nocciole
tritate  e lo spicchio d'aglio buttatelo in padella e giratelo
delicatamente per rosolarlo, unite i funghi in piccolissimi pezzi e un
po' di acqua bollente.
Aggiungete lo shoyu nella misura di due cucchiai generosi e coprite.
lasciando cuocere per 20 minuti.
Servite sui piatti cospargendo ancora con nocciole intere.

 Per i tronchetti di topinambour ...

 Ingredienti :

 topinambour puliti 200 gr, castagne bollite in precedenza intere
pronte 200 gr , shoyu due cucchiai. olio d'oliva un cucchiaino, un
cucchiaino di panna di riso leggera.

 Fate saltare i pezzettini di topinambour puliti nel poco olio, e
cuoceteli aggiungendo l'acqua bollente che non li superi in altezza
nella pentola per 15 minuti.
Aggiungete le castagne precedentemente bollite e sbucciate e lo shoyu
rimanente.
Un cucchiaio appena di panna di riso leggera, restringete un poco.
Servite così, semplicemente.

 Per i budini di castagne amici miei ...

 Ingredienti :
castagne 200 gr cotte bollite in precedenza dal precedente piatto,

crema di riso integrale in polvere tre cucchiai rasi, una stecca di

vaniglia Bourbon naturale, tre cucchiai di malto di grano o di riso,

un pizzico di sale marino, un po' di  fragoline (di bosco

preferibilmente), il succo di un mandarino maturo.

 Mettete a macerare le fragoline di bosco lavate nel succo di mandarino
n frigorifero.
Passate al mixer o meglio al passaverdure la polpa della castagne
dolci e bollite e portate a bollore sobbollendo piano e aggiungete una
stecca di vaniglia Bourbon intera che poi toglierete, il malto.
Quando la crema e' ben elastica e densa aggiungere i pochi cucchiai di
crema di riso integrale in farina e togliere dal fuoco mescolandovi e
sciogliendo dentro una barra di agar- agar.
Fate intiepidire e versate in stampi foderati di pellicola trasparente.
Mettete in frigorifero e due ore dopo toglieteli.
Rovesciateli sui piatti immergendo prima gli stampini in acqua fredda
e sollevandoli dalla pellicola.
Sistematevi due cucchiaiate di fragoline macerate nel succo di
mandarino, servite così.

 Liete ricette amici ... divertitevi e gustate la vostra creatività ... A presto